Allenamento Funzionale

FITNESS FUNZIONALE

Si può affermare che il Fitness Funzionale è fisiologia!
Consiste semplicemente nel somministrare al corpo stressors che vadano ad incrementare i diversi parametri fisiologici, non colpendo il sistema da un unico “lato”, ma facendo arrivare orde di stimoli a cascata.
Quindi, in tale contesto, ben vengano metodi che usino principi propri del Body Building, del Weightlifting, kettlebell, atletica, ecc… lo stimolo in tal senso deve essere teso ad aumentare tutti i parametri da un punto di vista estetico, salutistico e funzionale.
A chi non è mai capitato di vedere mostri di ipertrofia che non riuscivano neanche a fare una trazione alla sbarra? Nuotatori che avevano un massimale di squat equivalente al peso di un litro d’acqua? A Runners che avevano la stessa coordinazione di un atleta della forchetta?
O di qualche persona dedita ai sovraccarichi che non riusciva neanche a piegarsi in avanti per toccare con i palmi delle mani le proprie tibie?

CINQUE BUONI MOTIVI PER PRATICARE ALLENAMENTO FUNZIONALE
1) L’allenamento funzionale migliora le capacità del corpo di interagire con l’ambiente.

2) L’allenamento funzionale sviluppa tutte le capacità fisiche del corpo.

3) L’allenamento funzionale impegna intensamente il corpom di conseguenza permette di raggiungere apprezzabili risultati estetici (dimagrimento e tonificazione) in poco tempo.

4) L’allenamento funzionale prevede l’impiego di esercizi molto vari e progressivamente più complessi, pertanto è divertente e mai monotono

5) L’allenamento funzionale mette costantemente il corpo alla prova, di conseguenza è formativo anche psicologicamente e caratterialmente.

Come ho già detto in altri numerosi corsi, in questo periodo si sta parlando molto di Allenamenti Funzionali, tutti hanno in bocca questa parola, chi parla di Functional Training, chi si associa al CrossFit, chi al Military Fitness chi al BootCamp.
Insomma in quest’ultimo periodo sembra scoppiata la moda di allenarsi in stile marines, utilizzando le attrezzature più strane, dai Kettlebell, alle Palle Mediche, al Trx , alle Sacche Appesantite, ai Giubbini Zavorrati, alle Slitte, alle ruote di CATerPillar o robe simili. Trainers tutti vestiti alla stessa maniera, maglia nera e pantaloni militari, fischietto in bocca, urla per incitare i partecipanti, lavori a circuito, serie infinite di addominali e piegamenti sulle braccia, lavori estenuanti senza curarsi troppo della tecnica e via alla nuova moda dell’allenamento!
Sbocciano pagine e pagine ogni giorno su internet di nuovi Personal Trainer che senza troppa esperienza mettono sui loro bei siti e iniziano a proporre i loro corsi!
Molto spesso nascono video dove vengono mostrati spezzoni di questi tipi di allenamenti, c’è da mettersi le mani nei capelli per quello che si vede. Tutti esercizi eseguiti in modo frettoloso, con range di movimenti minimi, posizioni bruttissime per la schiena, ripetizioni troppo balistiche…”ma si tanto vanno bene perché questo è Funzionale, così dicono quelli che lo insegnano!” Ma non è così, la salute è sempre al primo posto, e il primo obiettivo di un allenatore è non far male!
Proprio per questo si è voluto creare questo corso, per mettere per iscritto le basi di quello che io considero l’allenamento funzionale per eccellenza! E proprio per questo, non partiremo con l’uso degli attrezzi, ma bensì con il lavoro a corpo libero. Non c’è nulla di più funzionale e allenante che saper usare il proprio corpo come mezzo d’allenamento. E presto vi accorgerete di questo!

Le basi del Fitness Funzionale

Il Fitness Funzionale è l’allenamento funzionale che mai nessuno ha creato, o quasi!
Scopo è quello di migliorare tutte le qualità fisiche, in particolare grazie a questo nuovo approccio dell’allenamento riuscirete a sviluppare:
- Forza
- Velocità
- Potenza
- Resistenza
- Capacità coordinative
- Flessibilità e mobilità articolare

Tutte queste qualità combinate tra loro nelle giuste misure permetteranno di far migliorare notevolmente la tua forma atletica.
In molti mi chiedono a chi è adatto questo tipo di allenamento, spesso molti si spaventano nel vedere quello che un corpo umano è in grado di fare...ma tutti, a meno di non aver delle limitazioni funzionali o gravi infortuni, possono raggiungere i requisiti base del Fitness Funzionale.
In particolare mi sento di consigliarlo:
- ad Atleti professionisti: per incrementare le qualità fisiche richieste dal proprio sport, in particolare esplosività, forza, resistenza;
- ad amanti dell’allenamento e sportivi in genere: per migliorare il proprio fisico ed esaltare ipertrofia muscolare e definizione
- a partecipanti a concorsi e militari (Polizia, Esercito, Carabinieri, Vigili del Fuoco) : ottimo per permettere il
superamento di prove come trazioni, piegamenti a terra, addominali o prove di resistenza
- a Personal Trainer: grazie a questo approccio è possibile ampliare il proprio bagaglio di esercizi, offrendo ai propri clienti un allenamento pratico, motivante e che porta risultati veri.

Il Fitness Funzionale è suddiviso in due livelli:
Livello 1 - Allenamento a Corpo Libero
Livello 2 - Allenamento con Attrezzi

Livello 1 – Allenamento a Corpo Libero

Questo primo livello è fondamentale per comprendere la mentalità del Allenamento Funzionale. Non può essere saltato ed è molto impegnativo, soprattutto per quelli che si avvicinano per la prima volta a questi generi d’allenamento. Questo allenamento parte con usare il proprio corpo come mezzo d’allenamento. E se pensi che sia un livello facile vi sbagliate! Come detto in questo livello inizierete ad allenarvi a corpo libero, e gli unici attrezzi ammessi sono quelli che vi faranno lavorare con il tuo corpo.
Rientrano in questa categoria in primis la corda per saltare, la sbarra e le parallele. In seconda battuta potrai introdurre attrezzi come giubbini zavorrati, anelli, Trx e simili, ab roller wheel, agility ladder, plinti…Unica eccezione per l’allenamento delle gambe, visti i livelli di forza che si possono raggiungere sono concesse zavorre varie, ma solo da usare come sovraccarico (come kettlebell, sandbag, dischi, …) da tenere in mano per appesantirsi. In fase finale è anche possibile intensificare i lavori con attrezzi che creiino instabilità e permettano di migliorare l’equilibrio e la propriocettività come Foam Roller, Bosu, Swiss Ball, Tavolette Propriocettive e simili.

Livello 2 – Allenamento con Attrezzi

Nel secondo livello è possibile utilizzare attrezzi che permettano di aumentare ulteriormente le qualità fisiche richieste. Tra questi troviamo sicuramente i Manubri, i Bilancieri, i Kettlebells, le Palle Mediche, il SandBag, la Bulgarian Bag, le Funi, le Bande Elastiche, gl’Indian Clubbells, le Catene e molto altro… Sono anche ammessi attrezzi Strongman-UnderGround. Attrezzi che provengono dal mondo Strongman e adattabili a qualsiasi sport e in particolare Palle di pietra, Barili, Valigie zavoratte, Tronchi, Mazze, Slitte, Copertoni, ecc…

Come iniziare ad allenarsi

Il mio consiglio ovviamente è quello di partire dal Livello 1. E qui che potrete iniziare nel modo migliore il percorso formativo.
La cosa bella è che tutti possono allenarsi con questa filosofia allenante. E i dubbiosi che mi dicono: “ si ma io non so fare i Muscle Up, non so fare i Pistol, non so fare i Planche, come faccio? Io sono una donna posso farlo anch’io?” La mia risposta è sempre si!
Tutti possono allenarsi con il Pitbull Training, e in particolar modo a corpo libero con il primo Livello.
La base di tutto l’allenamento a corpo libero risiede nei 3
movimenti base:
- Piegamenti sulle braccia facilitati su panca
- Squat a corpo libero
- Trazioni alla sbarra orizzontale (Multipower)

Se siete in grado di fare questi 3 semplici movimenti allora avete tutte le credenziali per potervi allenare in modo ottimale a corpo libero!
Se invece a malapena siete in grado di eseguirli non preoccupatevi, perché non siete che all’inizio di quella che si chiamo la Scala dell’apprendimento, e ciò non vi impedirà di iniziare ad allenarvi. E solo che prima di fare certi esercizi dovrete allenarvi con quelli più semplici per far salire la condizione atletica.